ARIA

L'atmosfera terrestre, è un mix di gas che circonda il nostro pianeta ed è composta prevalentemente da azoto (circa il 78%) e ossigeno (circa il 21%). Altri gas, quali l'argon, l'anidride carbonica, il neon, l'elio e il metano, sono presenti in minore quantità insieme a tracce di sostanze annoverate tra i principali inquinanti.
L'inquinamento atmosferico consiste nella modificazione della composizione dell'atmosfera per la presenza di una o più sostanze in quantità e caratteristiche tali da alterare le normali condizioni ambientali e costituire un pericolo diretto o indiretto per la salute dell'uomo, per gli ecosistemi e i beni materiali. Le sostanze inquinanti liberate nell'atmosfera possono essere di origine naturale (erosioni, esalazioni vulcaniche, decomposizione di materiale organico, ecc.) o di origine antropica, cioè prodotte dall'uomo (attività industriali, centrali termoelettriche, riscaldamento domestico, trasporti).
Le problematiche che riguardano l'atmosfera possono essere suddivise in vari tipi; da un lato, l'inquinamento in ambiente urbano ha una valenza strettamente locale ed è caratterizzato da processi di diffusione che si esplicano nell'ambito di pochi minuti fino a qualche ora, dall'altro gli effetti delle emissioni, principalmente di gas serra o di sostanze acidificanti, hanno un carattere generale e riguardano tutti.

Quando si parla di "qualità dell'aria" si fa riferimento a quella parte di atmosfera nella quale viviamo e respiriamo e nella quale si possono trovare sostanze che, in concentrazioni superiori a certi valori, possono provocare un danno diretto alla popolazione e agli ecosistemi.

Le principali attività che Arpacal svolge relativamente alla matrice aria consistono nel:

  • Gestire la rete regionale di rilevamento composta da stazioni fisse e mobili;
  • Fornire supporto tecnico scientifico alle amministrazioni locali e regionale nella gestione della qualità dell'aria sia con i dati misurati sia con l'applicazione di strumenti modellistici avanzati di tipo previsionale, di scenario e diagnostico;
  • Intervenire con azioni di monitoraggio focalizzate su specifici problemi anche in situazioni di emergenza ambientale;
  • Valutare la qualità dell'aria a livello locale e regionale;
  • Redigere relazioni tecniche per le Amministrazioni competenti;
  • Fornire, direttamente o indirettamente al pubblico informazioni sulla qualità dell'aria.